Awards

2018 - Guida essenziale ai Vini d’Italia

doctore_wine.png

Terlaner 1991

97

Da uve in prevalenza pinot bianco con piccole aggiunte di Chardonnay e sauvignon. Maturato per un anno in botti di legno, è affinato in acciaio per 24 anni sui lieviti fini. Colore giallo brillante con decise sfumature verdoline. Al naso si presenta ancora austero, ma si avvertono le classiche note torbate e marine die vini di Terlano. La struttura apparentemente non è imponente, ma col passare del tempo nel bicchiere acquista complessità con note speziate, di cedro candito e iodio. Quello che impressiona è la progressione inarrestabile, definitiva.

Quarz Sauvignon Blanc 2015

95

Da uve sauvignon. Affinamento in acciaio. Giallo paglierino con riflessi verde intenso. Ancora giovanissimo è già complesso con sfumature di bosso, ortica e torba. Al palato è austero, potente con una spina acida viva, ma sostenuta da una struttura adeguata. Il finale è marino, lunghissimo.

Terlaner Classico 2016

93

Da uve pinot bianco, chardonnay e sauvignon. Affinamento in acciaio. Al naso pietra focaia e pesca bianca. In bocca delicatamente fruttato con una sfumatura di anice, elegante, vibrante e saporito. Premio Qualitá Diffusa 2018

Nova Domus Terlaner Riserva 2014

93

Da uve pinot bianco, chardonnay e sauvignon. Matura in botti. Giallo intenso con riflessi verdolini. Note fumé e di erbe aromatiche ci accompagnano a un palato affilato, nervoso, apparentemente leggero, ma tonico. Il finale è fine, marino e molto lungo.