2018 - Falstaff

Die Kellerei Terlan hat von jeher einen hervorragenden Ruf für ihre langlebigen Weißweine.

Die Gewächse aus Terlan starten langsam, brauchen etwas länger Zeit sich zu entwickeln, sind dann aber komplex und eigenständig. In der Schatzkammer ...

Weiterlesen

2017 - Robert Parker's Wine Advocate

Weiterlesen

2018 - James Suckling

Weiterlesen

2018 - Robert Parker's Wine Advocate

"I enjoyed a very special afternoon with winemaker Rudi Kofler visiting the extreme vineyard sites above the town of Terlano, located halfway between Bolzano and Merano along the Adige River valley. The Vorberg vineyards are planted at near vertical inclines ...

Weiterlesen

2018 - Robert Parker's Wine Advocate

"I enjoyed a very special afternoon with winemaker Rudi Kofler visiting the extreme vineyard sites above the town of Terlano, located halfway between Bolzano and Merano along the Adige River valley. The Vorberg vineyards are planted at near vertical inclines ...

Weiterlesen
Guida ai migliori vini d'Italia - D'Agata & Comparini

Weitere Ausgaben

  1. 2015
  2. 2013
  3. ....

2015 - Guida ai migliori vini d'Italia - D'Agata & Comparini

  • Porphyr '11

    94 Punkte
    Fondata nel 1893, Cantina Terlano è oggi una delle azinde vitivinicole più antiche e all'avanguardia di tutto l'Alto Adige. Da anni la Cantina ha imboccato con impegno e perseveranza la strada della qualità, quella stessa qualità che è valsa fama e molti riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale. Uno dei pregi più apprezzati dei vini di Terlano è di portare impressi il clima e il terreno in cui crescono, grazie ad una vinificazione attenta a conservare integro e ad esaltare il loro tettoir. Nella zona di Terlano, infatti, i vigneti crescono su terreni porfirici dalla peculiare colorazione rossastra: si tratta di rocce vulcaniche con grosse inclusioni minerali. Il Lagrein Riserva Porphyr è rubino impenetrabile, esplode al naso con note di frutti di bosco, cassis, amarene, cacao, balsamico, speziato. Possente al palato ma composto, è irruento ma bilanciato da un nobilissmo tannino, finale interminabile.